Blog

Il Trattamento delle cicatrici anomale

Il trattamento delle cicatrici anomale –  ipertrofiche, cheloidee, allargate, etc – ancora oggi rappresenta una sfida anche per il chirurgo più preparato.

Ci sono delle variabili che bisogna valutare prima di impostare un programma terapeutico correttivo della cicatrice anomala:

  • l’età,
  • le condizioni generali e la compliance del paziente,
  • la regione anatomica,
  • il tipo di trauma,
  • il tempo trascorso,
  • la terapia locale medica o chirurgica eseguita.
La letteratura scientifica concentrata su prevenzione e terapia delle cicatrici anomale pur essendo piuttosto vasta ed articolata, risente ancora della mancanza di un consenso ampiamente condiviso e di una identità di vedute terapeutiche.
Lungi dall’aspirazione di realizzare una linea guida ma mosso solo dal desiderio di fare chiarezza nel lungo e  intricato percorso che un paziente deve perseguire, ho cercato di riassumere le migliori opportunità terapeutiche in relazione al tipo di cicatrice e al tempo trascorso.

No Comment

0

Sorry, the comment form is closed at this time.