Blog

L’Atteggiamento Olistico nella Cura delle Ferite che non guariscono

L’attenzione per la cura di una ferita non deve fermarsi soltanto alla zona localizzata dalla lesione, ma va valutata anche la complessità generale dello stato clinico del paziente. Non ci sono quindi soltanto i problemi evidenti, macroscopici della ferita ma anche quelli nascosti, invisibili agli occhi. Un approccio del genere alla cura si chiama atteggiamento olistico o terapia multidimensionale.

Bisogna riuscire ad intravedere la cura definitiva della lesione attraverso una serie di lenti che non sono quelle tradizionali della terapia locale, ma sono lenti olistiche.

Bisogna quindi occuparsi di tanti fattori che ruotano attorno alla lesione:

– L’ambiente di vita del paziente

dove trascorre la maggiorparte delle sue ore per capirne i fattori emotivi, quali sono gli stress ambientali che subisce. Quale è il suo rapporto con i parenti, se è seguito dai “caregiver”. Tutto questo è importante per comprendere quale sarà l’atteggiamento del paziente nei confronti del terapeuta.

– Eziologia

conoscere la causa della lesione è fondamentale. Anche questo rientra nel trattamento olistico, ovvero sapere se è una variabile su cui si può agire oppure è qualcosa che si da’ per assodato, immodificabile.

– Terapie precedenti

non solo la semplice elencazione delle medicazioni o medicine che il paziente ha assunto, ma la sua risposta a tutto ciò. Come ha accettato la terapia, i risultati ottenuti, quale è stato il suo atteggiamento nei confronti dei terapeuti precedenti. Ci sono stati effetti collaterali, eventuali infezioni? Tutto questo deve affrontarlo il terapeuta che va a rivalutare il paziente per la nuova patologia.

– Patologie concomitanti

sono una variabile difficile da affrontare, ma essenziali da conoscere. Il terapeuta non può pensare di agire solo sulla patologia predisponente locale ma deve tenere d’occhio tutto l’insieme clinico pregresso. Trascurare ciò che il paziente porta con se nel suo bagaglio patologico è un grande errore da parte del terapeuta, la valutazione va fatta tenendo d’occhio lo stato di salute globale.

No Comment

7

Sorry, the comment form is closed at this time.